Sinfonia per Corpo Solo #3

JU4Lc7TXesekBtmDVSzARLHIFE8IJR4qudRX-xNR7Oodi e con Maria Francesca Guerra

 

 

 

Presentazione della ricerca artistica

La ricerca da cui parto riguarda il corpo, la materia di cui è composto.
Mi piace paragonare le varie forme di vita ad impasti differenti di stessi elementi basilari.
E’ l’impasto che cambia, le dosi che fanno la differenza nella composizione di ogni forma di vita esistente.
L’altro punto fondamentale della mia ricerca è considerare il corpo come una MATERIA SENSIBILE che VIBRA e per certi aspetti mi piace paragonarlo ad uno strumento musicale.
Il corpo VIBRA grazie all’aria, al respiro che ci attraversa, alle emozioni che si producono nella relazione con l’esterno, con gli altri, in sostanza all’ energia che muove, dà vita, dà movimento e che consiedero come qualcosa di molto concreto e non effimero.
E’ una materia SENSIBILE in quanto è possibile la comunicazione tra l’interno e l’ esterno del corpo attraverso un sistema sensoriale di cui siamo forniti che ci permette di recepire informazioni ed elaborarle: ogni corpo vive ed esterna la sua essenza, ascolta e recepisce  informazioni interne ed esterne ad esso, le assorbe, le elabora, risponde ad esse, produce a sua volta informazioni, intrecciando così ritmi, emozioni e forme che continuano a passare di corpo in corpo, di materia in materia nello spazio, da tempi ancestrali, portando avanti la storia di un grande organismo.

Questi in sisntesi sono gli argomenti di una ricerca molto vasta che porto avanti da qualche anno e anche se le tematiche dell’esplorazione cambiano, i punti cardine tornano ad essere gli stessi: nei progetti in cui mi cimento, spesso il focus è rivolto all’esplorazione di un’espressività  globale; nell’atto performativo tutti i canali espressivi che il corpo ha a disposizione, confluiscono in un’intenzione comune, e rispondono a un’ “unità espressiva” : voce, musica, danza, pittura…sono accomunati dal movimento e a servizio di uno stesso impulso espressivo.
In particolare sono interessata alle forme di espressione più vicine alla materia del corpo, alla “fisicità” che prevedono quindi un impiego di energia e movimento.
In questo senso, l’interesse è volto non solo al movimento danzato ma anche al rapporto corpo\voce, corpo\suono, corpo\gesto.
In questa direzione, musica\suono e movimento\danza sono compresenti nel’atto performativo.
Per produrre suono è necessario il movimento e il movimento produce suono…a me interessa esplorare proprio questa zona tra suono e movimento che sono inscindibili fra loro.

“Sinfonia per Corpo Solo #3” è la terza parte di uno studio iniziato nel 2010.

Si tratta di una ricerca espressiva in cui danza, gesto, voce e musica si intrecciano e si influenzano reciprocamente dando vita ad un linguaggio ibrido dove l’attenzione è rivolta a ciò che accomuna le varie forme espressive: il movimento, il tempo, lo spazio (e poi tutto ciò che ne consegue quindi ritmo, dinamica, intensità…)

Seguendo questa premessa, in questa ricerca viena approfondita:
La relazione fra il corpo , la voce e la musica intesa come musica che proviene:

  • dal movimento del corpo
  • dalla voce
  • dall’interazione fisica con uno strumento musicale, in questo caso un violino  utilizzato in modo diverso dalla comune maniera di suonarlo, e altri “strumenti particolari” con i quali verranno create delle sonorità.

La modalità in cui si possono fondere ed influenzare a vicenda creando un linguaggio ibrido fra danza, gesto, voce e musica.
La relazione tra il performer e il pubblico, lo spazio e il momento stesso in cui avviene l’atto performativo.

La performance sarà un’improvvisazione strutturata in cui l’interazione con lo spazio e il pubblico avrannno un ruolo fondamentale nella creazione.

Maria Francesca Guerra
Danzatrice, Performer e Insegnante. Si diploma nel 2005 presso la “Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi” (Teatro-Danza). Continua i suoi studi con diversi insegnanti sia nazionali che internazionali. Partecipa a diverse residenze artistiche e di studio, durante le quali approfondisce la sua ricerca artistica come autrice e realizza :“Sinfonia per Corpo Solo #3” (Triennale Bovisa-MI, Festival Pulsi\Takla 2013), “Sinfonia per Corpo Solo #1(Bussana Vecchia2010) – #2”(Hangart Festival 2011),“Falling into the sound”(IFA 2007 Polverigi), “Gesti PerFormanti” (2006 in collaborazione con il gruppo ”Labùn”), “Sinfonia N°3 per Linoleum” (2005 Scuola A.D. Paolo Grassi). Come danzatrice lavora con: Roberto Castello\Compagnia ALDES, Giovanni Di Cicco Marina Rossi, Kathleen Delany Dance Co., Takla Improvising Group, Ariella Vidach, Laura Moro, Collettivo Porpora111, Collettivo Crac, Gruppo Labùn, Co.Lische, Co.Actor in Progress. Come mimo\danzatrice lavora presso: Teatro Carlo Felice (mimo\acrobata), Teatro Alla Scala, ROF Pesaro, Aslico. Si dedica all’insegnamento di: danza e movimento espressivo per bambini.

This entry was posted in Festival Zenobia#02, General. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *