DEGAGE! Nous qui avons encore 25 ans

Mercoledì 30 aprile , h 21.30 presso CSA BARAONDA via Pacinotti 13 Segrate

A partire dalle h 20:00 CENA TUNISINA, 

a cura della compagnia di teatro italo-tunisina e de LeCittàSottili (prenotazione consigliata a lecittasottili@decimopianeta.com)

degage

A cura di Anna Serlenga
Con: Saoussen Babba, Rabii Brahim, Ayman Mejri
Dramaturgia: Daniel Blanga Gubbay
Luci: Riccardo Clementi
Regia: Anna Serlenga
Con il sostegno del progetto DE.MO./MOVIN’UP II sessione 2012, Istituto Italiano di Cultura di Tunisi, Teatro degli Incontri, Olinda, Macao, C.S.A. Baraonda, LeCittàSottili
Progetto semifinalista a Premio Scenario 2013
Spettacolo in lingua francese e tunisina, con sottotitoli in italiano

 

Nelle prime settimane del 2011, la Tunisia si infiamma di una rivolta che, come un rapido contagio, travalica i confini e si estende fino a toccare tutti i paesi del Nord Africa e oltre. Oggi, tra la polvere resta la dignità per un’azione sentita, anche fosse per un solo istante, come necessaria. Dégage! vuole essere il racconto di questa necessità. Quattro ragazzi di Tunisi portano in scena davanti a noi frammenti di questo nostro tempo, che ci appartiene e ci sfugge. Ciò che di aperto c’è in questa loro esposizione di fronte a noi non è tanto una ferita, ma una domanda silenziosa: quale la vita che non ha bisogno di essere cambiata?

Il gruppo di lavoro italo-tunisino è composto da giovani attori e danzatori diplomati presso l’Accademia d’Arte Drammatica di Tunisi (ISAD), da Daniel Blanga Gubbay  – ricercatore, regista, dramaturg – e da Anna Serlenga – dottoranda e regista.
Dégage! è la prima produzione dell’ensemble.

Posted in General | Leave a comment

Il progetto LeCittàSottili

LeCittàSottili è un progetto indipendente e autofinanziato che nasce nel 2010 all’interno di una rete di spazi sociali autogestiti della città, offrendosi come polo aggiuntivo alla realtà di Milano.

E’ un progetto aperto di sostegno, sperimentazione e cultura nel campo delle arti performative e vuole essere luogo di ricerca artistica, di sviluppo di capacità critiche e di domanda sulla cultura dell’arte e sulle possibili declinazioni del lavoro artistico, in una prospettiva di condivisione e confronto tra artisti e persone di diverse generazioni.

Nel 2010 LeCittàSottili ha organizzato un primo festival di autofinanziamento che ha coinvolto diversi artisti della scena performativa, al fine di realizzare un pavimento modulare in legno come struttura-base per le attività da svolgersi in futuro.

Attualmente questo pavimento costituisce la “base” per rendere gli spazi luoghi attrezzati ad accogliere prove, lezioni accessibili a tutti, workshop di artisti e maestri italiani e internazionali,
spettacoli, performance e spettacoli di artisti emergenti e non…

La progettualità de LeCittàSottili si articola in:

INIZIATIVE PERFORMATIVE

Iniziative performative che hanno tre anime distinte per forma, tempi, organizzazione:
ospitalità di spettacoli e lavori di ricerca (Festival de LeCittàSottili), prove aperte di lavori in corso e condivisione con il pubblico (Tecla), serate aperte alla sperimentazione e dedicate ai giovanissimi.

SEMINARI E CORSI

Seminari che in continuità con quanto fatto negli anni passati (Khosro Adibi giugno 2010, Cristiana Morganti e Kenji Takagi dicembre 2011, Ivan Wolfe settembre 2012) sono tenuti nel corso dell’anno da
artisti attivi nell’ambito della ricerca performativa e saranno centrati su proposte che valorizzino il confronto, lo scambio e la sperimentazione creativa, articolandosi in un percorso formativo
esperienziale coerente.
Accanto alle proposte di seminari da ottobre 2012 si è inaugurato un corso di danza contemporanea e ricerca del movimento tenuto da LeCittàSottili presso il CSA Baraonda.

PRODUZIONI

Il progetto de LeCittàSottili dal 2010 prevede anche la produzione di spettacoli frutto del lavoro collettivo delle diverse componenti del progetto.

Ad oggi sono stati prodotti i seguenti spettacoli di danza:

Se la pioggia mi nutre di e con Paola Pizzingrilli
Makò#01 di e con compagnia Estrella Buena

 

Posted in General | Leave a comment