MILKWOOD abisso bianco

m27GQ85lvFScakn__R4LXPU7gle4ZhFKACG4Nl65ke0

 

 

 

 

ideazione e coreografia: Eleonora Parrello
con: Eleonora Parrello, Paolo Gherardi
installazione, luci e ricerca sui materiali: Rosa Lanzaro
musica ed elaborazione sonora: Alberto Boccardi
costumi: Ornella Cassinari
produzione: NudoecrudoTeatro, bando Up_nea ’12 (progetto Etre/Fondazione Cariplo, Milano) ; LeCittàSottili (Milano)

La performance è di natura site-specific, creata in/per/con un bosco. E’ un’esperienza di ricerca artistica installativa, sonora, fisico-coreografica che prende le mosse  dall’immersione in un bosco e nelle sue caratteristiche geografico/spaziali e si manifesta nell’incontro tra l’uomo e la natura, nell’unicità delle sue apparizioni.

In Milkwood la multidimensionalità della natura si unisce a forme, segni, suoni creati dagli artisti in un’evocazione di un tempo sospeso in uno spazio intimo di sogno, di memorie che rimandano a un principio, a un inizio. Vi dimorano due creature bianco latte,
tra lievità ed inquietudine, che muovono dall’unione indifferenziata, di sangue o di destino affine, attraverso lo sconosciuto, la paura animale, la separazione, verso un nuovo
inizio.
Nella fiaba Fratello e Sorella dei fratelli Grimm, che fa da cornice poetico/drammaturgica, fratellino prese per mano sorellina e disse: “Vieni, usciamo assieme nel vasto mondo”. Essi
camminarono l’intero giorno per prati, campi e distese di rocce, e quando si mise a piovere la sorellina disse: “Il cielo e i nostri cuori stanno piangendo assieme” .
Lo sguardo si intreccia alle curvature naturali e si sporge sull’umano (“Ogni uomo è un abisso, a guardarci dentro”, Woyzeck), attraversa l’oscuro e si immerge nel bianco, colore
acromatico toccato dal tempo, sporco di ricordi, vivo nell’inquietudine della luce.

Video Milkwood trailer

Eleonora Parrello
danzatrice e performer di Milano, lavora nell’ambito della creazione artistica nel campo delle arti performative. Laureata in lingue, indirizzo comunicazioni sociali, si forma al teatro e alla danza contemporanea tra l’Italia (con Danio Manfredini, Raffaella Giordano, Abbondanza/Bertoni, Cinzia Delorenzi), Londra (Kensington&Chelsea College), New
York (Movement Research). E’ diplomata come educatore del movimento somatico in  Body-Mind Centering® ed è co-fondatrice e parte della compagnia cinzia delorenzi (artisti
associati Sosta Palmizi), e del collettivo LeCittàSottili. Ha collaborato come interprete con Davide Iodice, Enzo Procopio, Giovanni Di Cicco, Teatro Laboratorio Mangiafuoco, Stalkervideo, studio N!03 ed è creatrice e interprete degli assoli Dondolo (’05) e
Che dove / Quoi où (’09).

Rosa Lanzaro
architetto e performer, lavora nel campo delle arti performative (Mako#01; Feuerenergie), dell’architettura, dell’allestimento e della scenografia, collaborando tra gli altri con la compagnia cinzia delorenzi. E’ co-fondatrice del collettivo LeCittàSottili

Alberto Boccardi

ingegnere e musicista, lavora nell’ambito della musica elettronica. Ha composto musica per la danza (compagnia cinzia delorenzi, Schuko), per la videoarte e per il
cinema. E’ fondatore del progetto musicale e performativo anyBetterPlace. Nel 2011 produce il suo primo album solista.

This entry was posted in Festival Zenobia#02, General. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *